Wednesday, January 23, 2013

Punture da ricci di mare

Quando il mare nasconde pericoli: come intervenire nel caso di punture da ricci di mare

ricci di mareCome è chiaro, i nostri mari difficilmente possono essere motivo di pericolo per quanto riguarda il morso o la puntura di animali marini, in quanto in realtà sono i mari tropicali i maggiormente indiziati nei quali è presente una ingente popolazione marina abbastanza pericolosa.
Se, quindi, dovete affrontare un viaggio o una vacanza in zone tropicali, per il benessere vostro e soprattutto per quello del vostro bambino, che con molta probabilità sarà meno avvezzo a prestare attenzione, è importante che vi informiate per tempo sia sugli eventuali animali marini nei quali potreste incappare, sia, ad esempio, sul modo in cui trattare punture o morsi da animali pericolosi, al fine di essere preparati e pronti ad ogni evenienza.
Nel caso dei nostri mari, è più semplice imbattersi in animali meno pericolosi quali meduse, ricci di mare o pesci ragno, ma ciò non significa che non possano verificarsi situazioni di grave allergia o reazioni particolarmente pericolose nel bambino.
Dunque, anche in questo caso la massima attenzione e prevenzione possono essere di grande aiuto: informatevi sempre sul da farsi e, nei casi più difficili, non esitate ad allertare immediatamente i soccorsi.
Nel caso in cui il vostro bambino sia stato punto da un riccio di mare, bisogna sin da subito riconoscere i sintomi: infatti, non solo la pelle si arrossa e brucia immediatamente, ma oltretutto la ferita, specie se di entità più grave, può infettarsi.

Come intervenire nel caso di punture più o meno gravi:
Per prima cosa, togliete immediatamente gli aculei con un ago sterile e pinzette, sciogliete eventuali residui con impacchi di aceto, disinfettate e lavate bene la ferita. Inoltre, se nei giorni successivi alla puntura noterete che la ferita è ancora arrossata, dolente o gonfia, portate immediatamente il bambino dal pronto soccorso per evitare un’eventuale infezione.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...