Wednesday, January 23, 2013

Morsi da pesce ragno

Quando il mare nasconde pericoli: intervenire nei casi di morsi da pesce ragno

Pesce RagnoIl mare ospita più di 200 specie di pesci che possono essere più o meno pericolosi: tra questi ricorderemo in particolare quelli appartenenti alla famiglia degli scorpenidi, delle razze, alcuni pesci-gatto e i pesci chirurgo, la cui particolarità è non solo quella di inoculare, al contatto, del veleno spesso anche letale, ma anche quella di mimetizzarsi così bene tra i fondali marini che risulta difficile accorgersi preventivamente della loro presenza.
Tuttavia, come più volte suggerito, questi pesci così pericolosi abitano generalmente acque tropicali e comunque non vivono nei nostri mari, che fortunatamente sono abbastanza sicuri sotto questo punto di vista: attenzione perciò se pensate di recarvi con il vostro bambino in zone ad alto rischio come India, Sud Africa, Australia, Filippine, Cina, Giappone, ma anche Mar Rosso e Caraibi.
Tuttavia, anche le nostre acque presentano il loro grado di pericolosità: uno tra i pesci più pericolosi è il pesce ragno, di cui in particolare due esemplari (la Tracina drago e la Tracina vipera) sono forse quelli che arrecano maggior fastidio e dolore.
I sintomi del morso da pesce ragno:
Il contatto con questo pesce è spesso un’esperienza che difficilmente si dimentica, in quanto esso provoca un dolore molto violento e molto forte che, se è insopportabile per noi adulti, figuriamoci per un bambino!
Quando il dolore raggiunge la sua massima intensità, il punto del corpo colpito può arrossarsi, gonfiarsi e riempirsi di vescicole, ed in alcuni casi si può anche essere colpiti da mal di testa e febbre.
Come intervenire nel caso di morso da pesce ragno:
Se il bambino è stato morso da questo pesce, è importante immergere la parte colpita del corpo del piccolo in acqua molto calda per almeno un’ora, proprio perché l’acqua calda inattiva il veleno. A quel punto, provvedete a rimuovere gli eventuali frammenti di aculei, e se il bambino non si mostra collaborativo, fatevi aiutare da qualcuno. Disinfettate la ferita, chiamate il medico se compaiono sintomi generali o se la ferita si arrossa, diventa dolente, si gonfia.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...