Wednesday, January 23, 2013

Flussimetria Materno-Fetale

L’esame flussimetrico materno-fetale, detto anche “velocimetria Doppler”, è un test a cui si ricorre generalmente tra la 35a e la 40a settimana, in casi particolari, ovvero in situazioni in cui si riveli utile e soprattutto necessario approfondire alcune valutazioni sulla crescita e sulla nutrizione del feto: per intenderci, non è un test di ruotine, infatti, questo esame acquisisce un senso e va eseguito solo quando la gravidanza perde il suo normale fattore fisiologico e si presenta come gravidanza “a rischio”, a causa di un accrescimento del feto ridotto rispetto all’epoca gestazionale.
I particolari casi in cui si rende utile ricorrere alla flussimetria, sono, ad esempio, un’ipertensione arteriosa materna, o, come già detto, una riduzione dei ritmi di accrescimento fetale: la motivazione di questa riduzione è importante, e quindi è necessario capire se essa è imputabile ad un fattore costituzionale o se invece si tratta di un feto malnutrito a causa della ridotta quantità di sangue che gli arriva attraverso la placenta, inferiore quindi alla norma.
Qualora si incontrasse una alterazione, come nel caso descritto, si renderebbe necessario pertanto far nascere il bambino prima dei tempi previsti, perché la sua presenza all’interno dell’utero, in cui non arriva la giusta quantità di sangue, potrebbe essere un rischio, a volte anche fatale, per il feto stesso.
Questa tecnica ecografica viene anche detta velocimetria Doppler perché si basa sulla variazione frequenza raggiungibile quando un fascio di ultrasuoni si incontra con un corpo in movimento, ovvero quando gli ultrasuoni vengono riflessi dai globuli rossi e quindi, essendo in movimento, la frequenza del fascio di ritorno si presenterà diversamente da quella d’origine.
Si chiama infatti flussimetria perché ha il compito di monitorizzare il flusso di sangue e le conseguenti sostanze nutritive che attraverso il cordone passano dalla circolazione materna alla placenta fetale.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...