Wednesday, January 23, 2013

Cosa fare se un bambino, accidentalmente, si taglia

Primo intervento: prevenire i tagli. Cosa fare se un bambino, accidentalmente, si taglia

Il caso dei tagli nei bambini – come qualunque altra cosa, le ustioni, l’ingestione di corpi estranei, ecc. – dipende spesso dalla negligenza o dall’inesperienza di noi adulti, che non prestiamo particolare attenzione a ciò che il bimbo sta facendo o che, per un momento di distrazione, rischiamo di mettere a serio pericolo la sua vita.
Quando si ha un bambino piccolo in giro per casa, bisogna capire che è necessaria la massima attenzione affinché il piccolo non danneggi la sua salute in qualsiasi modo: il suo mondo è talmente grande che spesso lo incuriosisce a tal punto che ogni cosa per lui diventa motivo di gioco e curiosità.
Per questo motivo, è importantissimo prevenire, non solo prestando la massima attenzione a ciò che il bambino fa o alle stanze che, seppur gattonando, visita, ma anche mettendo in sicurezza tutta la casa.
Nel particolare caso che stiamo affrontando, per evitare che il piccolo si possa accidentalmente tagliare, la prima cosa da fare è quella di togliere dalla sua portata ogni oggetto più o meno contundente: via quindi coltelli, forbici, taglierini, e qualunque altro oggetto per mezzo del quale il bambino, toccandolo, possa ferirsi.

Cosa fare se il bambino si taglia:

Se la prevenzione non fosse stata sufficiente ed il bambino si fosse tagliato con un oggetto contundente, bisogna innanzitutto osservare la ferita: se essa è dovuta ad un taglio non profondo, si può semplicemente trattare con un batuffolo di cotone imbevuto di disinfettante per bambini, e poi applicare un cerotto.
Se invece, dovesse andare incontro a pezzi di vetro, dopo la rottura di un oggetto, tenetelo lontano, aspirate bene tutta la stanza e fategli calzare le scarpine: nel caso di tagli da vetro è importante portare immediatamente il bambino al pronto soccorso per evitare che qualche scheggia possa introdursi nella pelle e dare vita ad una infezione.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...