Wednesday, January 23, 2013

Corpi estranei: sostanze chimiche negli occhi. Come prevenire

Fino ad ora abbiamo affrontato i casi in cui il bambino, giocando, accidentalmente possa introdurre nelle orecchie o nel naso dei piccoli oggetti, causando così l’ostruzione delle vie aeree. Ciò vale chiaramente anche nel caso in cui il bambino ingerisca qualunque oggetto di piccola dimensione, causando anche in questo caso il soffocamento: sono queste tutte situazioni che, purtroppo, specialmente nei casi di bambini più vivaci, possono accadere ed a cui si può andare incontro.
Sarebbe quindi sempre essenziale ed importantissimo evitare che ciò possa avvenire, mettendo in totale sicurezza l’ambiente entro il quale il bambino vive, evitando anche in maniera molto accurata di scegliere dei giocattoli non adatti alla sua età – molte confezioni riportano la dicitura “non adatto ai bambini di età inferiore ai due anni”, ad esempio – o comunque non conformi alle vigenti leggi europee (i giochini devono infatti sempre riportare il marchio CE).
Tuttavia, esiste un altro caso che può essere parecchio pericoloso e che ancora non abbiamo affrontato: il bambino, giocando, potrebbe entrare a contatto con sostanze chimiche pericolose – farmaci, prodotti per la pulizia della casa, veleni per topi, prodotti per l’igiene personale – e successivamente strofinarsi gli occhietti.

Come prevenire:

Anche in questo caso, la prevenzione è la prima e più importante arma che si possa avere contro situazioni spiacevoli di questo tipo: mettere in sicurezza la propria casa non significa solo togliere dalla portata del bambino oggetti taglienti, più o meno contundenti, o ad esempio evitare di tenere i fornelli accesi in sua presenza o quando non si può vigilare sul piccolo.
Bisogna anche prestare la massima attenzione a tutte quelle sostanze chimiche che quotidianamente utilizziamo per i diversi motivi, e metterle sotto chiave, in posti preferibilmente chiusi – come armadietti del bagno da chiudere a chiave – ed in alto, in modo che il bambino non vi possa accedere, neanche accidentalmente.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...