Wednesday, January 23, 2013

Cardiotocografia

La cardiotocografia, anche detta “monitoraggio” o “tracciato”, è un esame che si svolge sostanzialmente a partire dalla 36a settimana di gestazione, ovvero in concomitanza con l’avvicinarsi del momento del parto, anche se le strutture pubbliche sono in genere dotate di apparecchi che consentono la fattibilità di questo test solamente a partire dalla 40a settimana.
La sua utilità dipende soprattutto dal fatto che questo esame permette di tenere sotto controllo lo stato di salute del nascituro: esso viene eseguito in particolare dal ginecologo di fiducia all’interno del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale in cui è seguita o ricoverata la futura mamma, ha una durata che varia da una trentina di minuti ad un’ora e non comporta alcun rischio né per la paziente né per il feto (ed è inoltre assolutamente indolore).
La cardiotocografia viene eseguita mediante uno strumento, detto cardiotografo, composto da due sonde esterne; vengono applicate, infatti, sull’addome materno, due fasce collegate ad un trasduttore per rilevare la registrazione della frequenza cardiaca fetale ed anche la registrazione dell’eventuale attività contrattile, in grado di fornire dati importanti anche sullo stato di ossigenazione fetale.
Questo esame, infatti, è in grado di valutare anche un’eventuale sofferenza fetale, e offre la possibilità di controllare la variabilità del battito cardiaco del nascituro  e verificare se le pulsazioni sono nella norma, ovvero tra i 120 e i 160 battiti al minuto.
Il monitoraggio viene di norma riservato alle donne in prossimità del parto, ma è un esame che può essere effettuato durante le ultime settimane di gestazione al fine di rilevare problemi come un accrescimento fetale ritardato, oppure eseguito più volte in casi in cui la gravidanza si protrae oltre la 40° settimana: in questo caso, infatti, è utile verificare sempre che la placenta svolga correttamente il suo lavoro e che il bambino stia bene.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...