Wednesday, January 23, 2013

Bimbi al mare come non scottarsi: segreti per la mamma

Il sole è un prezioso alleato per la salute di adulti e bambini. Anche i più piccoli hanno bisogno di essere esposti ai raggi solari per favorire lo sviluppo della vitamina D.
La pelle dei più piccoli è molto delicata, per questo sia al mare che in montagna bisogna proteggerla da scottature ed eritemi.
Evitare le scottature dei bambini è un modo per preservare la salute di domani, infatti le bruciature che si prendono da piccolissimi possono causare più avanti gravi problemi di salute, come lo sviluppo di melanomi.
Prima di andare in spiaggia o in montagna, acquistiamo una buona crema solare, scegliendo fra i diversi fattori di protezione esistenti. La crema più adatta ha anche il filtro anti UvB e UvA.  I prodotti non profumati sono quelli che non attirano gli insetti e non provocano reazioni allergiche. Le creme solari dell’anno precedente non sono più efficaci, bisogna buttarle perché non garantiscono la giusta protezione.Il prodotto va steso con cura su tutto il corpo, compreso il naso e le orecchie; la crema va applicata anche in giornate nuvolose e ventose. Meglio evitare l’esposizione nelle ore in cui l’azione dei raggi solari è più forte.
Se il bambino gioca nell’acqua bisogna acquistare prodotti con filtri resistenti all’acqua, ricordandosi di riapplicare spesso la crema.


L’esposizione dei nostri piccoli deve essere graduale, in modo che la cute sia in grado di abituarsi al sole; è meglio iniziare come brevissime esposizioni , aumentando lentamente il tempo. Nelle ore più calde e fra le 11 e le 16 è meglio non tenere il bambino in spiaggia, neanche sotto l’ombrellone. I bimbi che hanno meno di sei mesi, possono stare ben protetti sotto l’ombrellone nelle ore più fresche della giornata.
Il bimbo deve essere coperto con un cappellino, occhiali da sole e una maglietta di cotone, meglio bianca.
Il bagno è sempre benefico se si presta attenzione al pericolo di insolazione o congestione, asciugando il bimbo e riparandolo appena si notano segnali di freddo, come le labbra viola.
E’ buona norma prestare molta attenzione a qualsiasi cambiamento che si sviluppi sulla pelle di nostro figlio. Macchie, nei ed eritemi devono essere tenuti sotto controllo e qualora si verifichi un cambiamento, consultare un medico specializzato.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...