Wednesday, January 23, 2013

ACCLIMATAZIONE

neofossen

L’acclimatazione è una forma particolare di adattamento. Si tratta dei processi adattativi, che comportano sia un aspetto fisico che un aspetto psicologico, a cui il bambino fa fronte qualora venga portato ad un clima differente da quello a cui è abituato. Ci sono climi di pianura, di montagna, di collina, di lago, di mare, e possiamo dire anche di “città”. Solitamente, per le famiglie il “far cambiare clima al bambino” significa portarlo o al mare o in montagna o in campagna o al lago; ma non dobbiamo dimenticare che cambiar clima per un bambino che vive in zone montane può essere quello di ritrovarsi al mare o in campagna e viceversa. Ad ogni modo, il trasferimento del bambino in un clima diverso da quello in cui vive abitualmente implica degli adattamenti non solo all’ambiente fisico diverso quanto ad insolazione, temperatura, altitudine, ecc… ma anche al tipo di vita che, in villeggiatura, è ben differente dal solito ambiente cittadino: si tratta di possibilità di attività fisica, di gioco, di possibilità di socializzazione maggiori. La madre o i genitori entrambi dovranno tenere a mente che l’adattamento al differente ambiente climatico e sociale non è un processo che si esaurisce nelle prime 24 o 48 ore: soprattutto ciò vale per il mare e la montagna.

Vedi anche:

Esprimi i tuoi pensieri

Cosa stai pensando...